Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 17 febbraio 2018

Crocetta: "Rifiuti, un pozzo di San Patrizio"


CATANIA - "Vogliamo ringraziare la Procura e la Dia per il lavoro eccezionale che stanno facendo: non è facile scardinare questi interessi e ci vuole coraggio per farlo". Sull'operazione Nuova Ionia è intervenuto il presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, entrando nel Palazzo di Giustizia di Catania per incontrare, assieme all'assessore all'Energia, Nicolò Marino, il procuratore capo Giovanni Salvi.

"Noi abbiamo il sospetto - ha aggiunto il governatore - che gran parte del sistema rifiuti sia in mano alla mafia. Io questo lo denuncio da quando ero sindaco di Gela, e questo mi ha procurato anche delle querele, ma quando uno ha lo coscienza a posto sta sempre a galla".

"Il settore dei rifiuti è un pozzo di San Patrizio senza fine - ha osservato Crocetta - di affari per le cosche mafiose, ed è proprio in questo settore che ci sono stati i primi provvedimenti che tendono a smantellare questi ed altri interessi. Proprio in questo settore Presidenza della Regione sta predisponendo direttive molto forti, che saranno rese note nei prossimi giorni, finalizzate a contrastare in modo rapido ed efficace il fenomeno mafioso".

"Poi noi in giunta - ha osservato riferendosi all'assessore Marino - abbiamo un assessore in giunta che queste cose le ha studiate e le conosce bene. Vedrete che sapremo essere all'altezza...".