Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledý, 13 dicembre 2017

Crocetta revoca il commissario
incaricato da Lombardo - Video

Il neo governatore annulla la nomina di Lo Monaco alla Provincia regionale di Catania. Ma l'ex dirigente avverte: "Dubito che l'atto trovi fondamento giuridico". Al suo posto Antonina Liotta, attuale segretario generale della Provincia di Caltanissetta e sorella di un ex senatore di Rifondazione Comunista

CATANIA - Il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, ha revocato l'incarico di commissario della provincia di Catania a Michelangelo Lo Monaco, che era stato nominato lo scorso 5 novembre dall'ex presidente della Regione Raffaele Lombardo. La revoca è stata notificata con un provvedimento firmato dal dirigente generale del dipartimento Autonomie locali, Luciana Giammanco. Come nuovo commissario è stato nominato Antonina Liotta.

Per Crocetta, che si è insediato sabato scorso a Palazzo d'Orleans, si tratta della prima revoca di una nomina fatta dal suo predecessore. Dopo la vittoria elettorale, Crocetta aveva annunciato di volere revocare tutte le consulenze fatte da Lombardo e aveva invitato l'ex governatore a non effettuare nomine e a non assegnare fondi prima del passaggio di consegna. Dopo le dimissioni di Giuseppe Castiglione (Pdl) da presidente della Provincia di Catania, Lombardo, otto giorni dopo l'esito elettorale aveva però nominato Lo Monaco commissario dell'ente, suscitando polemiche.

Al nuovo commissario Antonina Liotta, attuale segretario generale e direttore generale della Provincia Regionale di Caltanissetta, la notizia è stato notificata questa mattina tramite la posta certificata elettronica dell'Ente.

Antonella Liotta, laureata in Scienze Politiche, proviene dalla Provincia regionale di Caltanissetta, dove svolge le funzioni di segretario generale e direttore generale. Il suo curriculum professionale è ricco di nomine avendo iniziato a prestare la sua opera già a partire dal 1980 in vari Comuni siciliani e d'oltre Stretto. È stata, tra l'altro, segretario generale e  direttore generale al Comune di Gela e commissario straordinario antimafia al Comune di Calatabiano dal 2000 al 2002. E' sorella dell'ex senatore della Repubblica, Santo Liotta, del Partito di Rifondazione Comunista.

"Dopo un intenso lavoro che aveva cominciato a dare i primi risultati positivi per l'ente provincia regionale di Catania e per la comunità e per il quale ho registrato anche il consenso dei capigruppo consiliari, spiace prendere atto che il neo presidente della regione on.le Rosario Crocetta abbia adottato il provvedimento di revoca, che dubito trovi fondamento giuridico nella legge regionale n. 43 del 2012" afferma Michelangelo Lo Monaco.