Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 17 febbraio 2018

Il marito: "Ringrazio mio suocero TotÚ"


PALERMO - "Grazie di cuore a tutti i familiari che oggi sono qui con noi: grazie a mio suocero Salvatore Riina".

Al termine della cerimonia nuziale Vincenzo Bellomo, novello sposo di Lucia Riina, figlia minore del capomafia corleonese Totò Riina, ha ringraziato tutti i parenti che oggi non hanno potuto partecipare alle nozze.

Oltre al suocero, detenuto dal '93, non ha assistito al matrimonio neppure il fratello della sposa, Giovanni, primogenito del boss, che sconta in carcere due condanne all'ergastolo per omicidio.

Per ironia della sorte Vincenzo Bellomo era il nome che Salvatore Riina utilizzava durante la latitanza. Il giorno dell'arresto fu trovato in possesso di una carta di identità intestata proprio ad un Vincenzo Bellomo di Mazara, ragioniere.