Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 24 febbraio 2018

Pubblicato: 06/02/2012

Sicilia, cime imbiancate

Calo delle temperature e neve anche su Nebrodi e Madonie. Nel fine settimana incidenti a Piano Battaglia: due ventenni palermitane travolte e ferite da uno slittino. Disagi alla circolazione sull'Etna

CATANIA - Cime delle montagne imbiancate anche in Sicilia per il calo delle temperature. La neve cha ha coperto i rilievi dei Nebrodi e delle Madonie non ha però provocato rallentamenti nella circolazione stradale.

La polizia consiglia tuttavia di portare le catene a bordo delle automobili. Qualche piccolo rallentamento si registra sull'autostrada Palermo-Catania all'altezza dello svincolo di Enna. Traffico regolare anche sul versante dell'Etna, dove sta nevicando. Sulla strada che porta da Palermo a Sciacca, all'altezza di San Cipirrello, vi sono forti precipitazioni che stanno leggermente rallentando il traffico.

Qualche disagio tra Gangi e Sperlinga, dove da ieri mattina è chiusa al transito dei mezzi pesanti la via realizzata lo scorso anno per aggirare la statale chiusa al transito dal 2009 a causa di una frana. Infine in alcune strade montane nell'Agrigentino è stato necessario spargere del sale per evitare il formarsi di lastre di ghiaccio a causa delle basse temperature registrate.

A Palermo si è abbattuta una fitta pioggia mista a grandine. Disagi e rallentamenti alla circolazione stradale si registrano nel capoluogo siciliano lungo viale Regione siciliana, viale Strasburgo, viale Michelangelo, viale Leonardo da Vinci.

La neve sulle Madonie ha portato sulle montagne molti appassionati nel fine settimana, ma creato anche incidenti. Il corpo nazionale soccorso alpino e speleologico della Sicilia, la protezione civile della Provincia di Palermo e il corpo forestale della Regione hanno eseguito 11 interventi di soccorso a Piano Battaglia. Gli incidenti più gravi ha avuto come vittime due ragazze palermitane di 20 anni travolte da uno slittino: una ha riportato una sospetta frattura braccio e l'altra una sospetta lesione del rachide cervicale.

Sull'Etna le cattive condizioni meteo hanno ridotto la presenza di pubblico alle quote più alte, soprattutto nel versante di Nicolosi, e non si segnalano eventi di rilievo, neppure negli impianti sciistici di Piano Provenzana, eccezion fatta per interventi di soccorso stradale effettuati da parte dalla polizia stradale su camper e fuoristrada in difficoltà sulle strade innevate.