Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
marted́, 12 dicembre 2017

Pubblicato: 30/04/2010

Offese su Facebook: rapito e picchiato

Arrestati ad Acireale due ragazzi di 19 anni che avrebbero punito un minorenne per una serie di prese in giro sul social network, prelevandolo alla fermata dell'autobus

ACIREALE (CATANIA) - Per vendicare una offesa ricevuta sul social network Facebook avrebbero sequestrato e malmenato un minorenne. Per questa ragione due ragazzi di 19 anni sono stati arrestati per sequestro di persona e lesioni personali dai carabinieri di Acireale, in provincia di Catania.

Avrebbero agito con la complicità di una terza persona, in via di identificazione. Secondo quanto accertato l'offeso sarebbe stato uno dei giovani, che si sarebbe fatto aiutare da due amici, dopo uno scambio di prese in giro. La vittima, un ragazzo di Santa Venerina, sarebbe stata costretta a salire su un'auto dai due ragazzi, che lo avrebbero assalito mentre aspettava l'autobus.

In auto la vittima fu ripetutamente colpita a calci e pugni e poi poco lontano fu buttata sul ciglio della strada. Una volta tornato a casa il minorenne è stato soccorso dai genitori che lo hanno accompagnato in ospedale, dove i medici gli hanno riscontrato traumi ed escoriazioni, e lo hanno giudicato guaribile in 15 giorni.