Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 24 giugno 2018

Pubblicato: 25/11/2017

Catania, chiuse due sale giochi

Locali abusivi a San Giorgio e al Pigno. Multe salate anche per un gommista di Zia Lisa

CATANIA - Diverse pattuglie della polizia sono state schierate ieri a Catania per contrastare gli abusivismi commerciali e le numerose infrazioni al codice della strada. Nel mirino innanzitutto due sale giochi adibite a scommesse on line, di cui una nel quartiere San Giorgio Nuovo e l'altra nel rione Pigno, convenzionata con la società estera di raccolta giochi e scommesse.

Nella prima è stata appurata la mancanza di autorizzazione: è stata dunque chiusa e sequestrata, il titolare è stato denunciato. Inoltre, la presenza all’interno della sala giochi di due slot machine illegali e di una postazione abusivamente adibita al gioco a distanza da parte degli scommettitori ha implicato l’elevazione di ben tre multe per un ammontare complessivo di 28.000 euro, oltre al sequestro delle apparecchiature.

Stessa sorte per il proprietario della seconda sala, ritenuto responsabile di avere svolto attività di intermediazione di scommesse on line senza autorizzazione dei Monopoli di Stato e senza licenza. 

Nessuna autorizzazione anche per un lavaggio/gommista nel rione Zia Lisa, oltre all’occupazione abusiva di suolo pubblico da parte del titolare, con sanzioni amministrative complessivamente superiori ai 5.000 euro. Il titolare è stato deferito per avere scaricato abusivamente nel sottosuolo acqua e fanghi derivanti dall’attività di autolavaggio, con conseguente sequestro dell’area.

Inoltre, come di consuetudine, sono stati effettuati diversi posti di controllo negli snodi più trafficati del quartiere, procedendo al complessivo controllo di 36 veicoli e 52 persone. Sono state accertate complessivamente 19 infrazioni al codice della strada, di cui 2 per guida senza casco, 2 per uso del telefonino alla guida, 3 per mancanza di assicurazione, 4 per divieto di sosta e di fermata, 5 per mancata revisione ai veicoli.