Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 22 febbraio 2018

Nuova Consulta di giovani donatori siciliani

Nuccio Sciacca / 
Eletta ad Enna in rappresentanza di tutte le sezioni dell’Avis dell’Isola

La cultura della donazione è più che mai viva tra i giovani a dispetto di quanti parlano di una loro presunta abulia e disinteresse. Una testimonianza arriva da Enna dove è stata appena eletta la Consulta Giovani Avis Sicilia, composta da ventisette volontari, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, provenienti da tutta la regione, si è riunita per rinnovare il proprio esecutivo, composto da nove ragazzi (uno per ogni provincia).

A rappresentare i giovani avisini per i prossimi quattro anni saranno: Mattea Scianni (Palermo), Lucia Scala (Siracusa), Vincenzo Fresta (Catania), Maria Elena Spalletta (Enna), Alessio Mandarà (Ragusa), Carmen Carta (Caltanissetta), Giancarlo Rizza (Trapani), Giuseppe Messina (Agrigento) e Carmen Minutoli (Messina).

Il nuovo gruppo di lavoro vede come coordinatore Vincenzo Fresta, che riceve il testimone da Antonina Scalia, affiancato da Lucia Scala come segretaria e da Carmen Carta e Giuseppe Messina come vice coordinatori. Lo scopo della Consulta è quello di proporre e realizzare, su mandato dell'Avis regionale, iniziative in ambito culturale, ricreativo, sportivo, al fine di far conoscere , diffondere , acclamare i valori morali, sociali e scientifici della donazione del sangue.

Parole di elogio giungono dal presidente regionale Avis Sicilia, Salvo Mandarà, nei confronti del coordinatore uscente che ha, con impegno e dedizione, portato a termine, in maniera egregia, il suo mandato. “Siamo partiti a Gangi - racconta Antonina Scalia - come un gruppo di ragazzi estranei l'uno dall'altro, molti inconsapevoli dell'esperienza che li aspettava. Ci ritroviamo qui, oggi, amici, complici, orgogliosi di aver condiviso le esperienze, le proprie conoscenze e il proprio tempo libero nel promuovere attività per Avis”.

La medesima stima è stata accordata a Vincenzo Fresta, che, a pochi minuti, dalla sua nomina, ha già dato prova delle sue capacità organizzative e gestionali, creando entusiasmo all'interno del nascente gruppo già proiettato verso il primo obiettivo: il forum giovani 2017.