Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledý, 17 gennaio 2018

Pozzallo, truffa milionaria alla Regione

False fatture per ottenere i finanziamenti del fondo europeo per la pesca, sequestrati beni per 400.000 euro a un imprenditore

RAGUSA - Beni per circa quattrocentomila euro sono stati sequestrati nei confronti di un imprenditore che opera nel porto di Pozzallo (Ragusa) dalla Guardia di finanza, che ha portato alla luce un giro di false fatturazioni finalizzate a consentire a una impresa di aggiudicarsi un finanziamento del Fondo Europeo per la Pesca, pari a quasi 400 mila euro, per la costruzione di un impianto di erogazione carburante per natanti.

Tre le persone denunciate per truffa, evasione fiscale e riciclaggio. Le indagini hanno fatto emergere un articolato sistema fondato sul sistematico utilizzo di fatture false prodotte da società create ad hoc per truffare la Regione Siciliana.