Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedý, 14 dicembre 2017

"Forza Italia scelga tra politica seria e soliti noti"


CATANIA - "A poco più di due mesi dalle elezioni regionali nel centrodestra siciliano regna ancora un’inaccettabile confusione. Non si è colto il senso di questo passaggio così delicato, ritornano i 'nostri' e con loro i soliti giochi di acrobazia che non sono vera politica. L’unica condizione valida sarebbe il recupero dell’unità dopo stalli, contraddizioni e veti reciproci di cui non si comprendono bene le ragioni". In un quadro politico tutt'altro che definito, il Nuovo Cdu siciliano cerca la via della compattezza. Le indicazioni arrivano dal coordinamento regionale siciliano che si è svolto a Catania, in presenza del segretario nazionale Mario Tassone.

"Siamo per una proposta programmatica unica del centrodestra - dice il partito -, con un candidato capace di governare e di intercettare il massimo consenso dove più conta, tra la gente e non nelle segrete stanze di alcune segreterie politiche e abbiamo individuato questa figura in Nello Musumeci. Le posizioni di chi nel centrodestra pone problemi di compagnie indigeste sono fuori luogo, tranne che sia consequenziale per la chiusura delle alleanze in Lombardia, Liguria e Veneto, allora tutto potrebbe essere più credibile. Se si vuole consegnare il futuro della Sicilia, così come fatto a Roma, ai populismi e alla democrazia della rete lo si dica apertamente. Il film lo abbiamo già visto e sperimentato con i soliti protagonisti che non avranno mai il buon gusto di cambiare copione".

Infine la stoccata a Forza Italia: "Scelga tra il fare politica seria e sposare un progetto di respiro nuovo per la Sicilia, o di andare a rimorchio dei soli già noti".