Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 18 febbraio 2018

Anziana aggredita a Palermo
muratore resta in carcere

Il gip ha rigettato la richiesta dei domiciliari per Domenico Federico

PALERMO - Resta in carcere Domenico Federico, il muratore che ha confessato di aver colpito con una forbice un'anziana di 83 anni.

Il gip Nicola Aiello ha rigettato la richiesta della difesa che voleva i domiciliari con braccialetto elettronico. La donna è in prognosi riservata dopo essere stata aggredita domenica scorsa nella sua abitazione di via Empedocle Restivo, a Palermo.

La donna si era accorta che dalla sua casa mancava il borsello con i soldi e i suoi documenti. Ha subito sospettato degli operai che erano stati a casa sua nelle settimane scorse.

Ha chiamato il muratore e poco dopo a casa sua, per un chiarimento, è arrivato Domenico Federico, ventiduenne di Belmonte Mezzagno.

Era assieme a una donna e a un altro uomo che adesso sono indagati. Federico ha confermato il racconto della donna, dicendo di aver agito in preda a un raptus. La donna, infatti, lo avrebbe subito accusato del furto e ha inveito contro lui.