TUTTO L'ELENCO" /> TUTTO L'ELENCO"> Bandiera blu per Santa Teresa di Riva
Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 12 dicembre 2017

Pubblicato: 08/05/2017

Bandiera blu per Santa Teresa di Riva

Riconoscimento della Fee alla localitÓ balneare messinese, il sindaco: "Un regalo bellissimo". Premio per altri sei comuni siciliani. TUTTO L'ELENCO

MESSINA - Anche il comune di Santa Teresa di Riva, nel Messinese, ha ottenuto per la prima volta quest'anno la bandiera blu assegnata dalla Foundation for Environmental Education (Fee). Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell'Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 49 Paesi, e assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio.

Questa mattina il sindaco del comune ionico Cateno De Luca e il suo vice si sono recati a Roma per partecipare alla cerimonia di consegna del riconoscimento. "E' il regalo più bello che potessimo dare alla nostra comunità - ha commentato dalla Capitale il vicesindaco, Danilo Lo Giudice".

Premiato con la Bandiera Blu anche il comune di Tusa che riceve per il terzo anno consecutivo il prestigioso riconoscimento. Bandiera blu anche per le isole Eolie (Lipari, Stromboli e Vulcano). Conferma nell'Agrigentino anche per Menfi e per le tre spiagge ragusane premiate anche lo scorso anno: Marina di Ragusa, Pozzallo e Ispica.

I DATI IN ITALIA. Quest'anno in Italia mare eccellente su più spiagge dell'anno scorso: sono aumentate a 342 (il 5% di quelle premiate a livello mondiale). Podio incontrastato, con la Liguria che si conferma regina, seguita da Toscana e Marche. Il "sigillo" che ogni anno premia le località che salvaguardano meglio l'ambiente - sulla base di 32 criteri aggiornati periodicamente - e le infrastrutture 'green', per il 2017 andrà anche a 163 Comuni e 67 approdi turistici.

Boom per i laghi doc in Trentino. La Liguria conferma la leadership per mare cristallino con 27 località (due i nuovi ingressi Camogli e Bonassola), seguita come lo scorso anno da Toscana con 19 località e Marche con 17. La Campania raggiunge 15 bandiere con un nuovo ingresso (Sapri) e la Puglia mantiene le sue 11; l'Abruzzo va a quota 8 con due nuovi ingressi Giulianova e Roseto degli Abruzzi e l'Emilia Romagna perde una bandiera scendendo a 6.

Il Veneto e il Lazio confermano le 8 bandiere del 2016, la Sardegna è presente con 11 località e la Sicilia raggiunge le 7 bandiere con l'ingresso di Santa Teresa di Riva; la Calabria arriva a 7 con due nuovi ingressi Roseto Capo Spulico e Soverato, il Molise scende a due bandiere, una in meno dell'anno scorso, il Friuli Venezia Giulia conferma le due bandiere del 2016 e la Basilicata resta a due.

I 67 approdi premiati, spiega la Fee, "dimostrano che la portualità turistica ha consolidato le scelte di sostenibilità, rispondendo ai requisiti previsti per l'assegnazione internazionale, garantendo la qualità e la quantità dei servizi erogati nella piena compatibilità ambientale". Aumentate anche le bandiere per i laghi con il Trentino Alto Adige che raggiunge quota 10 e raddoppia rispetto all'anno scorso; 1 va alla Lombardia e 2 al Piemonte.

Il 2017, designato dall'Assemblea Generale dell'Onu "Anno Internazionale del Turismo Sostenibile" di cui la Fee è partner, segna un trend di crescita delle località Bandiera Blu e dimostra l'impegno delle "amministrazioni locali nel cogliere nuove sfide per la gestione sostenibile del territorio, mettendo al centro la connessione terra-mare - spiega Claudio Mazza presidente della Fee Italia - La salute del mare è strettamente correlata alla gestione del territorio".