Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 12 dicembre 2017

Pubblicato: 07/05/2017

"Pd, serve un bagno di umiltÓ"

L.Cil. / 
Il segretario regionale Raciti al "Faccia a Faccia Politico" su Antenna Sicilia: "Noi perno della coalizione di centrosinistra, ma non autosufficienti"

Il Pd è la forza perno della coalizione, ma in Sicilia non possiamo considerarci autosufficienti. La nostra responsabilità non si misura solo nella nostra capacità di mostrare i muscoli, ma anche da quella di sapere tenere insieme tutte le anime del centrosinistra, Area Popolare compresa”.

Il segretario del Pd siciliano Fausto Raciti fa il pompiere. Ospite della trasmissione “Faccia a Faccia Politico”, in onda stasera alle 20.30 su Antenna Sicilia e condotta dal giornalista Luca Ciliberti, analizza i dati delle primarie e lancia l’ennesimo appello all’unità .

“Vorrei provare a costruire una coalizione larga – sottolinea - Da domenica scorsa il Pd ha di nuovo un segretario nazionale, le elezioni regionali saranno l’ultimo test che precede le elezioni politiche ed è per questo che intorno alla scelta del nome debbano essere coinvolti direttamente Matteo Renzi e il presidente Rosario Crocetta. Servono le primarie, il quando e il come non lo deciderà solo il Pd. Ma credo che non possiamo andare oltre luglio”.

Una unione di intenti che passa inevitabilmente anche da Catania. “Bianco non è marginale nel Pd, sotto il vulcano c’è un partito che è cresciuto nel numero di deputati. Adesso dobbiamo recuperare il senso del progetto politico – afferma – Il fatto che non si sia riuscito a celebrare un congresso provinciale la dice lunga sullo stato di salute del Partito Democratico locale. Serve un bagno di umiltà. Tutti devono sedersi a discutere sul come stare insieme. Te ne fai poco del tuo protagonismo personale se non riesci a costruire e mettere in campo una squadra”.

Incalzato dalle domande dei giornalisti Mario Barresi (La Sicilia), Giacinto Pipitone (Giornale di Sicilia) e Francesco Bianco (AdnKronos e BlogSicilia) con le vignette satiriche di Totò Calì, il segretario Raciti spegne i facili entusiasmi dei grillini siciliani.

Io non credo che il M5s abbia la vittoria in tasca, anche se va molto di moda pensarlo – spiega - Al momento delle elezioni, quando tutte le forze politiche metteranno in campo le loro proposte, i loro uomini, le loro energie, i propri candidati dentro la campagna elettorale, non sarà così semplice per i 5stelle strappare la poltrona di presidente della Regione siciliana”.

Twitter: @LucaCiliberti