Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedý, 14 dicembre 2017

Zuccaro, nessun rischio trasferimento
Dal Csm "ogni sostegno possibile"

Il Consiglio superiore, pur appoggiando il procuratore, ritiene necessarie delle linee guida nel rapporto con i media

ROMA - Il procuratore di Catania Carmelo Zuccaro potrebbe essere chiamato a spiegare al Csm le sue parole sui presunti rapporti tra trafficanti di esseri umani e ong. Ma,almeno per ora, non corre il rischio di un trasferimento d'ufficio.

 Il Csm assicurerà "ogni sostegno possibile" al procuratore di Catania Carmelo Zuccaro perchè le sue indagini "possano svolgersi con la massima efficacia e celerità". Lo ha garantito il vice presidente Giovanni Legnini.

A fronte del "frequente ripetersi" di "dichiarazioni ed esternazioni" da parte di magistrati che hanno creato "sconcerto" nell'opinione pubblica, il Comitato di presidenza del Csm ha disposto l'apertura di pratiche per "definire con urgenza linee guida nel rapporto con i media" e regole che consentano di intervenire "con efficacia" contro chi viola i doveri di "moderazione e continenza".

Il Comitato di presidenza ha disposto l'acquisizione di atti, ma non l'apertura di una pratica per verificare l'eventuale incompatibilità di Zuccaro con il suo ruolo o con la sede in cui opera.

Sulla convocazione del pm deciderà la Prima Commissione.