Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 16 dicembre 2017

A Catania i 100 anni di nonna Costanza
'Al matrimonio sono andata con l'asino'

Festa in municipio. Quaranta tra nipoti e pronipoti e mille storie da raccontare: "Mi sono dichiarata a mio marito dandogli un biglietto in via Etnea"

CATANIA - Nel salone Bellini di Palazzo degli Elefanti erano presenti molti dei nipoti e pronipoti della signora Costanza Ribizzi. Peri suoi cento anni la super nonna è stata ricevuta al municipio di Catania, dove il sindaco Enzo Bianco le ha consegnato una pergamena.

"Un segno di attenzione e riconoscimento a una donna che ha saputo testimoniare la gioia di vivere, la forza, il coraggio, l'eleganza, la generosità, la dedizione alla famiglia e l'amore per la natura, tutti elementi riflessi nei suoi bellissimi occhi azzurri", ha detto Bianco.

Costanza Ribizzi, all'anagrafe Costantina, è nata a Randazzo il 19 aprile del 1917, quinta di sei figli, ma risiede a Catania da più di sessant'anni. E' nel capoluogo etneo che ha conosciuto il marito, Santi Corsaro, al quale, da vera precorritrice dei tempi, manifestò per prima i suoi sentimenti consegnandogli un bigliettino in via Etnea: "Se hai intenzioni serie, presentati a mio fratello".

"Il giorno del matrimonio raggiunse la chiesa in groppa a un asino mentre per il viaggio di nozze si recò con il marito in bicicletta da Randazzo a Barcellona Pozzo di Gotto. Quando Santi si ammalò, Costanza, malgrado avesse superato i sessant'anni, prese la patente per poterlo portare in giro e lo accudì con amore sino alla fine.

Oggi è circondata dall'affetto di più di quaranta nipoti e pronipoti, con un'età che va dagli ottanta ai sette anni. Fra i nipoti anche l'assessore del comune di Tremestieri Etneo Evelyn Garofalo che con la consigliera del Comune di Catania Ersilia Saverino ha organizzato l'incontro.