Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdý, 15 dicembre 2017

A Catania furbetti dell'Asp: 19 indagati
C'Ŕ il fratello dell'ex governatore

Assenteismo nelle sedi di Gravina, Tremestieri Etneo e Sant'Agata li Battiati: chiesto il rinvio a giudizio anche per Angelo Lombardo

CATANIA - Diciannove dipendenti dell'Azienda sanitaria provinciale di Catania sono indagati per truffa dalla Procura per casi di assenteismo nelle sedi di Gravina, Tremestieri Etneo e Sant'Agata li Battiati. Tra loro anche Angelo Lombardo, fratello dell'ex governatore della Regione Sicilia e ex leader del Mpa Raffaele, a processo per concorso esterno all'associazione mafiosa.

Al centro delle indagini accertamenti dei carabinieri del Nas che hanno piazzato delle telecamere davanti all'orologio marcatempo di ingresso e uscita dal lavoro. L'osservazione è durata per brevi periodi alla fine del 2014. L'accusa, a vario titolo, è di essersi allontanati dal lavoro dopo avere timbrato o di avere affidato il proprio badge a altri colleghi che lo 'strisciavano' in loro assenza.

Il procuratore Carmelo Zuccaro e il sostituto Fabio Regolo hanno chiesto il loro rinvio a giudizio. L'Asp si è costituita parte civile con l'avvocato Isabella Altana. La decisione del Gup Alessandro Ricciardolo è prevista il 6 marzo.