Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
marted́, 12 dicembre 2017

Panificio, pasticceria e frutti di mare
a Catania controlli e sequestri

Polizia e Asp in azione tra Nesima e San Cristoforo: valanga di multe per scarse condizioni igieniche, pessima conservazione e infrazioni stradali

CATANIA - Ancora controlli della polizia e dell'Asp a Catania. Passando al setaccio il quartiere di Nesima (in particolare piazza Eroi d’Ungheria, viale Mario Rapisardi e corso Indipendenza) gli agenti hanno chiuso un panificio per precarie condizioni igieniche; indagato il titolare di una pasticceria per furto di energia elettrica e occupazione abusiva del suolo pubblico.

Cinque complessivamente gli illeciti amministrativi per violazione della normativa sugli esercizi pubblici.

Nel quartiere di San Cristoforo, dove la polizia si è concentrata su piazza Palestro e via della Concordia, sono stati sequestrati 33 chili di frutti di mare in cattivo stato di conservazione e un quintale circa di prodotti tra cui arance e ortaggi. Ai titolari delle due attività commerciali multe per 3.714 euro.

Inoltre attraverso il sofisticato sistema operativo “Mercurio”, installato a bordo delle volanti, sono stati controllati 361 veicoli: 71 le contravvenzioni, 5 per omessa revisione, 10 per mancata copertura assicurativa, 18 per mancato uso del casco, 18 per mancata esibizione di documenti, 2 per mancato possesso di documenti di circolazione e guida, 2 per mancato uso delle cinture di sicurezza, una per uso di telefono alla guida, 10 per divieto di fermata o sosta, una per patente scaduta, una per guida senza patente, una per mancanza di targa sul ciclomotore, 2 per occupazione della sede stradale, per un totale di 20.178,67 euro.