Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 16 dicembre 2017

Pubblicato: 05/01/2017

Catania ricorda Pippo Fava

Il giornalista fu ucciso dalla mafia il 5 gennaio del 1984, per l'omicidio sono stati condannati all'ergastolo i boss Nitto Santapaola e Aldo Ercolano

CATANIA - Ricorre oggi l'anniversario dell'omicidio del giornalista e scrittore Giuseppe Fava, ucciso la sera del 5 gennaio 1984 fa davanti all'ingresso del teatro Stabile di Catania. Aveva parcheggiato la sua Renault 5 e stava per aprire la portiera quando un killer sparò attraverso il finestrino: cinque proiettili calibro 7,65 lo raggiunsero al collo e alla nuca. Un delitto di mafia.

Per l'uccisione di Giuseppe Fava la prima Corte d'Assise di Catania ha condannato il boss Nitto Santapaola e Aldo Ercolano, ritenendoli mandanti, e Marcello D'Agata, Francesco Giammuso e Vincenzo Santapaola, come organizzatori ed esecutori dell'omicidio. La Corte d'appello di Catania ha poi confermato le condanne all'ergastolo per Nitto Santapaola e Aldo Ercolano, mentre ha assolto D'Agata, Giammuso e Vincenzo Santapaola che in primo grado erano stati condannati all'ergastolo come esecutori dell'omicidio. Sentenza che è stata confermata in cassazione nel mese di novembre del 2003. Nel 1983 Fava fu direttore del mensile "I Siciliani" che lui stesso aveva fondato con un gruppo di giovani giornalisti.

In una nota Unci Sicilia, ricorda Fava come “un esempio per tutti i cronisti". Come ogni anno numerose le iniziative organizzate per ricordarlo. Il clou delle commemorazioni sarà alle 15.30, quando da piazza Roma a Catania si muoverà il corteo silenzioso che raggiungerà il luogo del delitto. Al teatro Verga, gli attori leggeranno una lezione tenuta da Giuseppe Fava agli alunni di Palazzolo Acreide il 22 dicembre del 1983. Alle 19 seguirà il dibattito 'La città (im)possibile': Adriana Laudani intervisterà Attilio Bolzoni, Claudio Fava, Micki Gambino e Giovanni Tizian, al quale verrà consegnato il premio giornalisti Giuseppe Fava.