Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 16 gennaio 2018

Catania, sabato notte con i topi (d'auto)

Due furti sventati dalla polizia, in via di Sangiuliano e in via Calý. Con altrettanti inseguimenti: tre gli arresti

CATANIA - Catania città di topi d'auto. Nella scorsa notte la polizia ha arrestato tre persone per furti di macchine. All'1.15 la prima segnalazione: in due erano intenti ad armeggiare su un’auto in sosta, parcheggiata lungo la via di Sangiuliano. Il cittadino che ha chiamato il 113 ha fornito anche dettagliate descrizioni dei due. All'arrivo degli agenti delle volanti i ladri sono scappati a piedi in direzioni opposte. Dopo un lungo inseguimento i poliziotti sono riusciti a bloccarli rispettivamente in piazza Maiorana e in via Pistone.




Si tratta di Federico Raciti, 35 anni, e Fabio Raciti, 42, pluripregiudicati. Entrambi hanno opposto resistenza, tentando di divincolarsi. Nel frattempo, in via Sangiuliano, gli agenti hanno constatato che la Smart poco prima scassinata presentava evidenti segni di effrazione sulla portiera destra, mentre all’interno era tutto a soqquadro, con tanto di arnesi da scasso (una pinza, una forbice, una chiave inglese).

Circa un'ora più tardi è stato fermato un altro topo d’auto. Una volante è stata bloccata in via Calì da un cittadino che ha mostrato ai poliziotti i frammenti di vetri rotti della sua auto per terra, denunciando il furto della propria macchina. Grazie al localizzatore satellitare è stata individuata in via San Gaetano, dove gli agenti l'hanno trovata: a bordo tre persone che, vedendo la volante hanno tentato di fuggire a piedi. Solo uno di loro è stato raggiunto, il 33enne Gioacchino Palazzolo: per lui sono scattati gli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.