Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
luned́, 11 dicembre 2017

Pubblicato: 16/02/2016

Ars, stop alla tabella H

La presidenza ha stralciato alcune norme della finanziaria e i contributi a enti e associazioni: "Necessario un bando"

PALERMO - La presidenza dell'Ars in raccordo con gli uffici ha stralciato alcune norme della finanziaria, approvata in commissione Bilancio, perché, ha spiegato in aula il presidente dell'Ars Giovanni Ardizzone, "non sono state valutate dalle commissioni di merito come previsto dal regolamento".

In particolare stop alla soppressione della commissione regionale urbanistica, alla norma per i prestiti in favore del personale regionale in quiescenza e in servizio, alle iniziative per la promozione di start up-restart e all'integrazione scolastica dei soggetti con handicap gravi. Saltano anche la norma sulle associazioni di volontariato di talassemici, quella sul personale medico delle Asp e sui lavori in economia nel settore forestale.

In totale le norme stralciate sono 14. Disco rosso pure per la cosiddetta tabella H, con l'elenco dei contributi a enti e associazioni. Ardizzone ha sottolineato che la tabella H è in contrasto col deliberato che prevede un bando generalizzato per l'assegnazione delle risorse e con le decisioni assunte in passato dalla Corte dei conti e dall'ufficio dell'ex commissario dello Stato con le sue impegnative.

Alla luce dello stralcio il governo dovrà rivedere le tabelle della manovra la cui discussione generale è rinviata a domani, mentre il termine per gli emendamenti è fissato a venerdì alle 20.

L'Ars dovrebbe cominciare a votare le norme della manovra a partire da lunedì prossimo con l'obiettivo di approvarla entro fine mese, alla scadenza dell'esercizio provvisorio.