Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 16 dicembre 2017

E d'un tratto c' la "balneazione libera"


CATANIA - In riferimento al cartello di "divieto di balneazione" che vi era nei pressi del solarium di piazza Europa, l'ingegnere Salvatore Cocina, direttore della Direzione "Ecologia e Ambiente - Autoparco - Verde" del Comune di Catania, spiega: "Sussiste un divieto di balneazione in un tratto di 30 metri lineari, 15 a nord e 15 a sud, a cavallo di un condotto di scarico di acque bianche sottostante Piazza Europa. Il divieto di balneazione è stato apposto dal Comune di Catania in applicazione di quanto stabilito con il D.D.G.n.328 del 03/03/2015 del Dipartimento Regionale per le Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico che recita testualmente fra l'altro "Immissione Piazza Europa - lunghezza tratto 30 mt. (15 m Nord - 15 m Sud)". Il cartello "divieto di balneazione" è posto alla fine del tratto in divieto. Il vecchio cartello era posto ad una distanza superiore ai 15 metri lineari dallo scarico e pur non rientrando nel tratto del solarium poteva indurre in errore. Infatti i l solarium e le scalette a mare, poste a nord del condotto, sono tutte al di fuori della zona vietata poiché il cartello era a fine tratto. Adesso si è posizionato un nuovo cartello di divieto di balneazione alla distanza esatta di 15 metri lineari a nord dalla parete nord e cioè circa 10 metri lineari a sud del vecchio cartello e, al fine di dare chiarezza e certezza al cittadino, laddove era collocato il vecchio divieto è stata apposta una tabella di "balneazione libera" cosi come in effetti era ed è".