Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdý, 19 gennaio 2018

Il M5s siciliano: "Prima o poi smaschereremo il Pd"

I deputati all'Ars: "Forse il risultato Ŕ al di sotto delle attese, ma abbiamo dimostrato di non essere una meteora. Davvero anomalo come le urne possano premiare un partito che ci ha portato sull'orlo del baratro"

CATANIA - "Un voto forse al di sotto delle attese, ma che dimostra che il Movimento, specie in Sicilia, non è una meteora, ma una splendida realtà, con cui tutti dovranno fare i conti". Il gruppo 5 stelle all'Ars cerca di mostrarsi ottimista dopo il risultato delle europee. 

"Continueremo a lavorare - aggiunge il M5s - certi che lo sgretolamento del sistema di potere costituito sarà forse lento, ma inarrestabile. Il vero dato anomalo è quello del Pd, al di là delle aspettative e in netta contrapposizione con il suo operato. Il principale partito di maggioranza all'Ars è riuscito a scontentare tutte le categorie sociali, brillando per inconsistenza, incapacità e inaudita litigiosità, balzando agli onori delle cronache solo per l'eterna danza attorno alle poltrone assessoriali, che in nome di un inutile rimpasto ha portato la Sicilia sull'orlo del baratro e, forse, un tantino più avanti".

Il gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle all'Ars segnala le "anomale urne, che premiano un partito che festeggia sulle rovine di una Sicilia che non ha nulla da festeggiare, dove i cortei di protesta sono ormai una costante e le prospettive inesistenti, le campagne senza acqua e le famiglie senza lavoro e senza stipendi. E' inconcepibile che gli 80 euro, che tra l'altro vengono erogati con la destra e sottratti con la sinistra, possono cancellare tutto e anche di più, perfino gli enormi scandali, che nelle scelte dei siciliani non sembrano avere lasciato traccia. Alla politica vuota del Pd il Movimento continuerà a opporre lavoro, serietà e proposte, certo che alla fine anche il più abile dei bluff non potrà non venire smascherato".